Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Collaborazione tra la State Opera of South Australia e il Consolato d’Italia

State Opera

La State Opera South Australia è lieta di condividere l’impegno nel sostenere i giovani talenti della lirica in collaborazione con il Consolato d’Italia in Australia Meridionale.

Una nuova iniziativa vede le due organizzazioni collaborare per consentire a cinque giovani artisti dell’Australia Meridionale di frequentare delle lezioni di lingua italiana come parte integrante della loro formazione professionale.

Esibirsi in una lingua diversa è una sfida che tutti i cantanti lirici devono affrontare. Essi devono infatti esercitarsi e perfezionarsi regolarmente per raggiungere i propri obiettivi artistici e professionali.

L’Opera nasce da profonde radici del patrimonio italiano. Divenuta una forma di intrattenimento celebre e popolare solo poche centinaia di anni fa, questa forma d’arte continua ad attrarre un grande pubblico in luoghi iconici come La Scala, il famoso Teatro dell’Opera di Milano. Molte delle opere più amate al mondo sono cantate in italiano, tra cui La Bohème di Puccini, La Traviata di Verdi o Le Nozze di Figaro di Mozart. Chi potrebbe mai dimenticare la famigerata aria da brividi, Nessun Dorma?

Poiché il linguaggio è parte integrante delle competenze di un cantante, la formazione in ambito linguistico è vitale affinché i giovani artisti emergenti possano eccellere. La padronanza del linguaggio consente loro di affinare la propria arte e rappresentare un indubbio vantaggio per le proprie abilità artistiche.

“Sono incredibilmente entusiasta che i nostri giovani cantanti abbiano l’opportunità di lavorare con il Consolato italiano per sviluppare e migliorare le loro competenze linguistiche”, ha affermato Mark Taylor, Direttore Esecutivo della State Opera SA. Questa è un’opportunità unica per gli artisti di imparare dai madrelingua le complessità della lingua e portare tale conoscenza nelle loro esibizioni, innalzando così il livello di significato e l’integrità di ciò che mettono in scena”.

Nel centenario della morte di Puccini, la State Opera of South Australia e il Consolato d’Italia sono dunque particolarmente lieti ed entusiasti di promuovere e nutrire il rapporto tra lingua, cultura e Opera italiana. La collaborazione prevede due concerti dedicati a Puccini che avranno luogo presso il Centro Culturale UKARIA nel mese novembre. Grazie al sostegno del Consolato d’Italia, i protagonisti di tali concerti saranno due tra i più famosi cantanti lirici australiani: il tenore Paul O’Neill, che si è esibito nel ruolo di Macduff nel Macbeth di Verdi l’anno scorso, e il soprano Cathy-Di Zhang che ha interpretato il ruolo di Mimi nello spettacolo all’aperto Bohème on the Beach.

“È meraviglioso poter celebrare le opere di Puccini nel centenario della sua morte con due delle migliori star australiane dell’Opera” ha affermato il Console d’Italia Ernesto Pianelli. “Questa è anche una magnifica opportunità per consolidare un rapporto con la State Opera al fine di promuovere la musica, la cultura e la lingua italiana in Australia Meridionale. Sono molto orgoglioso della nostra collaborazione e del programma di formazione linguistica per artisti emergenti, che li aiuterà ad interpretare al meglio il repertorio operistico italiano”.

State Opera SA press release